In pratica

Consumi auto elettriche: come ridurli

Le auto elettriche sono una delle frontiere più innovative del mondo delle quattro ruote, qualcosa che dovrebbe portare benefici nella qualità della vita. Ma quanto consumo le auto elettriche? Questo è un quesito che in molti si chiedono e che noi in questa guida siamo pronti a rispondere con una certa chiarezza.

Da cosa dipendono i consumi delle auto elettriche?

Il consumo calcolato è quello necessario per percorrere 100 chilometri. Se per un veicolo a benzina o a diesel, è decisivo il totale dei litri di carburante necessari per coprire tale distanza, per le auto elettriche, invece, si usa un valore indicato in kWh.

Questo valore varia in funzione del modello e dipende anche dall’efficienza del motore e dal peso del veicolo. Le case produttrici forniscono un valore di consumo ufficiale per ogni modello, ma si tratta di un valore misurato in condizioni di laboratorio e che probabilmente, nella pratica, è più alto. In molti modelli è possibile controllare durante il viaggio quanto sia alto il consumo attuale. Nella maggior parte delle auto elettriche il consumo è compreso tra 10 e 20 kWh per 100 chilometri.

Come calcolare i consumi delle auto elettriche?

Si può fare un’equivalenza tra il consumo con motori dal carburante tradizionale e le elettriche. Questa equivalenza è possibile perché ogni litro di carburante contiene una certa quantità di energia e se la esprimiamo in kWh il paragone con l’energia elettrica delle batterie è facile e veloce.

L’energia chimica dei carburanti viene sprigionata durante la combustione: il motore la converte, con un rendimento ovviamente minore del 100%, in energia meccanica per far girare le ruote che, a loro volta, fanno avanzare il veicolo. Prendiamo la benzina: un litro di questo combustibile contiene molta energia, circa 9,6 kWh. In altre parole 1 litro di benzina può sprigionare la potenza di 9,6 kW per 1 ora, che non è poco.

Basti pensare alla potenza del contratto domestico della luce, mediamente di 3 kW, per comprendere quanta energia abbia la benzina; il gasolio fa ancor meglio con i suoi 10,7 kWh al litro. Un’automobile elettrica che consuma 9,6 kWh per fare 100 km ha quindi utilizzato la stessa energia di un litro di benzina. Il costo per ricaricare un’auto elettrica effettiva “dipende” da vari fattori, innanzitutto dall’auto visti i consumi e le capacità dei vari pacchi batterie.

Come calcolare i costi in base ai consumi delle auto elettriche?

Per capire quanto consuma un’auto elettrica è di fondamentale importanza conoscere i chilometri percorsi per chilowattora ossia il rapporto km/kWh che corrisponde all’equivalente del rapporto km/l (chilometri per litro di benzina).

Tenendo presente questo fattore generalmente i consumi di un veicolo elettrico sono compresi tra i 6 gli 8 km/kWh. In termini di efficienza una delle vetture considerate più convenienti è la Hyundai Ioniq, che, con un consumo pari a 13,4 kWh comporta una spesa di circa 3€ in caso di ricarica domestica. La Model 3 ha, invece, un consumo di 15,1 kWh per 100 km, corrispondenti ad una spesa di 3,32€, al terzo posto la Tesla, che, in caso di utilizzo della ricarica pubblica, implica una spesa di 4,98€ per 100 km.

Dai dati di consumo per cento chilometri su alcuni modelli di auto elettriche si evince che occorrono meno di 4 Euro per percorrere 100 km caricando in un punto dove l’energia elettrica costa meno, il doppio se si ricarica a casa con le normali tariffe dell’operatore energetico nazionale e non si arriva a 10 € x cento km nella peggiore delle ipotesi con la ricarica presso la rete Fast di Enel X.

Una volta stabilito quanto costa un pieno di energia elettrica e quanto consuma l’auto elettrica diventa molto più facile stabilire quanto mi costano i famosi 100 km, anche per paragonare questo costo ad un’auto a benzina o a gasolio.

Come abbassare i consumi delle auto elettriche?

In linea di principio vale: quanto più pesante e grande la macchina, tanto più carburante brucia per muoversi. E questo ne aumenta i consumi. Con il giusto stile di guida, però, è possibile fare qualcosa: guidare con prudenza e a marcia alta riduce il consumo.

Questo vale per l’auto elettrica così come per quella a benzina. Inoltre, evitate di viaggiare con carichi superflui in macchina e usate il climatizzatore con parsimonia. È anche importante che gli pneumatici siano sempre ben gonfiati. Ciò può essere controllato per esempio con un sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

Anche il tipo della ricarica, le perdite di carica, il recupero di energia e, non per ultimo, la temperatura dell’ambiente e il tempo meteorologico svolgono un ruolo fondamentale per il reale consumo di corrente della vostra auto elettrica. E prima di concludere ecco un’altra informazione importante: se possedete un’auto elettrica, potete risparmiare non solo sui consumi.

A seconda di dove abitate cambiano le tasse sulla circolazione.