In pratica

Lucidare auto: tutto quello che devi sapere

La lucidatura auto è una procedura che consente di mantenere l’auto sempre allo stato ottimale di carrozzeria, letteralmente lucida e perfetta. Questa procedura è anche fondamentale in termini di protezione della vettura per quanto riguarda il rivestimento dell’auto. In ogni caso, in questa guida vi diremo tutto quello che vi è da sapere circa la lucidatura auto.

Come funziona la lucidatura dell’auto?

La lucidatrice è lo strumento perfetto da utilizzare nella lucidatura effettuata dalla carrozzeria, proprio perché garantisce un risultato migliore su tutta l’auto e permette di effettuare il lavoro in un tempo decisamente basso e sicuramente inferiore rispetto alla lucidatura a mano. Per questo tipo di lucidatura servono questi strumenti:

  • polish;
  • cera protettiva;
  • lucidatrice;
  • un panno morbido.

Il primo passo da seguire è quello di lavare e asciugare l’auto per bene. Poi va presa la macchina lucidatrice con il giusto tampone e successivamente equipaggiarsi con il polish. Il polish va steso solo in piccole dosi alla volta sulla zona interessata dell’auto. Una volta inserito il prodotto, si può passare a usare la lucidatrice a varie velocità. Il movimento della lucidatura con questo strumento è il medesimo che viene fatto con la lucidatura a mano: le dosi di polish vanno stese seguendo un movimento circolare.

Il movimento della lucidatrice consente di applicare una pressione maggiore al polish, che quindi prenderà calore più rapidamente e si spalmerà in minor tempo. L’unico errore da non fare è quello di non restare per troppo tempo sulla stessa zona, perché in quel caso si possono creare degli aloni e dei danni alla verniciatura.

Una volta effettuata questa pratica, viene il momento di passare lo strato di cera protettiva nella medesima maniera per ottenere in poche ore un risultato perfetto per l’auto. La lucidatrice ha i suoi punti di forza, come quello di poter applicare costantemente una forza superiore alla lucidatura a mano per tutta l’area della carrozzeria.

In questo modo gli strati di prodotto saranno spalmati in modo molto più uniforme e questo porta a un risultato migliore. Tuttavia, il lato negativo è che la lucidatrice fa fatica ad arrivare nei punti più difficili, motivo per cui è bene optare anche per una passata a mano in determinate zone.

Quanto costa lucidare un’auto?

Un trattamento di “car detailing” base (pulizia e decontaminazione della carrozzeria ed una lucidatura semplice) costa circa 300 Euro cui si devono sommare i costi del prodotto di protezione, mentre per un trattamento medio (pulizia e decontaminazione della carrozzeria, mascheratura di plastiche e guarnizione, controllo difetti e spessore vernice, correzione difetti, lucidatura, trattamenti su plastiche interne ed esterne, trattamenti di protezione dei sedili in pelle, pulizia del motore) si spendono in media 750 Euro, sempre al netto del costo della protezione.

Quali prodotti usare per lucidare un’auto?

Innanzitutto bisogna partire con un bel lavaggio dell’automobile, quindi in quel caso servono questi strumenti:

  • due secchi pieni d’acqua;
  • shampoo per auto;
  • una spugna morbida apposita.

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, per una lucidatura effettuata con lucidatrice servono:

  • polish;
  • cera protettiva;
  • lucidatrice;
  • un panno morbido.

Altrimenti per una lucidatura a mano, l’altra variante di questa pratica, occorrono:

  • un panno morbido;
  • una pasta polish adatta alla carrozzeria;
  • cera protettiva.

A cosa fare attenzione nel fai da te?

La lucidatura a mano è una tipologia di lucidatura molto precisa e che può essere collocata nella categoria fai date. Fra i diversi metodi possibili, c’è da dire che questa pratica è quella più impegnativa e che richiede più tempo. Il lato positivo è che il lavoro finale garantisce un risultato splendido, dal momento che si può arrivare nei punti più difficili dell’auto in modo più efficace. Altro aspetto da non sottovalutare è che la lucidatura a mano riesce a dare una soddisfazione fuori dal comune, frutto della minuziosità e dell’impegno che ci viene applicato.

Una volta terminata la fase di lavaggio della macchina si passa alle operazioni di lucidatura. Il primo passo è quello di stendere un primo strato di polish. Il polish è una pasta leggermente abrasiva che va immessa nei punti di imperfezione della carrozzeria per eliminare i graffi più piccoli. Inoltre, per via della sua conformazione, il polish serve a stendere anche un velo protettivo sulle parti in cui è spalmato, in questo modo l’auto è protetta da piccoli urti e dall’usura degli agenti atmosferici.

Una volta scelto il polish più adatto va applicata una piccola quantità di prodotto e stesa tramite lo strofinaccio con leggeri movimenti circolari. Per garantire un risultato professionale, serve comunque tanta pazienza e tanta voglia di fare. Dopo bisogna stendere lo strato di polish su tutta la carrozzeria della macchina, in questo modo si ottiene un effetto estetico uniforme e molto bello da vedere. Il polish è il prodotto per eccellenza nella lucidatura dell’auto, dal momento che dalla sua corretta stesura viene garantito un risultato ottimale.

Bisogna prestare molta attenzione a utilizzare la giusta quantità di prodotto e soprattutto bisogna stenderlo uniformemente tramite movimenti circolari, in caso contrario si rischia di ottenere, invece che un effetto lucidante, un’opacizzazione della carrozzeria. Una volta che lo strato di polish viene totalmente assorbito dalla carrozzeria, per ottenere un risultato eccezionale è necessario stendere un velo di cera protettiva.

La cera protettiva serve a fornire un nuovo strato molto più resistente contro tutto ciò che potrebbe rovinare la carrozzeria. Questa pratica può comportare un buon dispendio di energie, fisiche e psichiche, ma alla fine la soddisfazione può essere tanta, con una vettura completamente tirata a lucido.