Gaming

Il case, l’abito giusto per il PC

L’estetica lascia spazio all'efficienza.

Come dice non del tutto ironicamente il titolo, in questo articolo parleremo del contenitore di tutte le nostre componenti: il case.

Ma perché parliamo di abito?

Perché il case è come un vestito che può avere diverse caratteristiche.
Può essere una semplice “divisa da lavoro”, cioè funzionale a tutto quello che deve svolgere il computer ma può anche essere un abito su misura per sfoggiare le varie componenti del nostro PC che si illuminano al buio. 

La parola chiave è senza dubbio spazio

Ebbene sì, sebbene fosse abbastanza intuitivo, resta comunque il problema fondamentale di ogni case: ci deve stare dentro tutto (e deve restare dell’altro spazio, vedremo poi perché).
Di conseguenza la cosa principale da valutare è se partire dal case per la costruzione del nostro PC ideale o se adattare la scelta del case alle varie componenti già scelte.

In entrambi i casi l’obiettivo finale è che ci sia un posto di riguardo per ogni cosa, cablaggio compreso che permette di minimizzare il volume occupato all’interno del case.

Insomma possiamo dire che è un po’ come giocare a Tetris.

Mantenere un buon airflow è di vitale importanza

Innanzitutto cosa intendiamo per airflow?

Risposta semplice, il flusso d’aria che deve essere presente all’interno del PC e che consente alla macchina di non superare determinate temperature, oltre le quali potrebbe venire compromesso un buon funzionamento dell’hardware.
Ricordiamo che, in caso di eccessiva sollecitazione delle componenti a temperature superiori alla norma, il computer potrebbe subire il cosiddetto crash, con consequenziale danneggiamento, o addirittura rottura, di una o più componenti. 

Proprio per questo motivo è importante mantenere degli spazi vuoti che favoriscano la circolazione dell’aria all’interno del case.

Oltre all’airflow ci sono ulteriori accorgimenti che permettono di mantenere una temperatura all’interno del case ottimale.
In primis troviamo il distanziamento tra le varie componenti: averle troppo vicine non è mai consigliabile, perché eserciterebbero calore l’una sull’altra.

Il secondo è il Cable Management, o cablaggio dei fili che deve essere disposto in modo tale da favorire la creazione di questi “canali” dove l’aria possa fluire in modo ordinato.
Avere un cablaggio ben fatto garantisce anche un minor tempo di pulizia delle componenti interne del computer.

La compatibilità con la scheda madre

Sempre di spazio si tratta, ma è importante più che per le altre componenti. Infatti in genere la motherboard è la componente che può creare più problemi di spazio nel case. Di conseguenza è essenziale valutare che il modello di scheda madre che intendiamo acquistare sia compatibile con il case da noi precedentemente scelto, o viceversa.

È da ricordare che tra i vari format delle motherboard (mini-ITX, micro-ATX, ATX e E-ATX) l’E-ATX è per dimensioni il più grande ed il suo “range” di grandezza non è standard ma supera spesso lo spazio disponibile in alcuni case.
Quindi è importante fare un cosiddetto “doppio check” sulle reali dimensioni del case e della motherboard, anche se nella descrizione del case è scritto che supporta il formato E-ATX.

Formato della torre ed espandibilità

Esistono, come si poteva intuire dal resto dell’articolo, vari formati di case.

Essenzialmente l’unica caratteristica che li differenzia è la grandezza: si parte da mini-ITX, poi si va verso mini-towerdesktopmid-tower e, infine, full-tower.
Per quanto riguarda il fattore espandibilità e aggiunta componenti, ci conviene pensare anche al futuro. Può darsi che al momento dell’acquisto il nostro budget ci permetta di comprare solo una parte delle componenti desiderate, aggiungendo poi il resto un po’ alla volta.

Più spazio c’è, meglio è!

L’occhio vuole la sua parte

Come dicevamo in partenza, un case può anche essere un bell’abito da sera.
È importante ricordare, per gli amanti dell’estetica del loro computer, che esistono anche case che puntano molto sull’aspetto estetico; un esempio sono i case trasparenti, che ci permettono di vedere tutte le luci delle componenti che inseriamo (soprattutto se sappiamo che vogliamo comprare qualcosa anche per un fattore estetico).