Cose

Un sogno fatto di piccoli mattoncini

Quali sono le auto “giocattolo” più complicate?

Se il mondo dell’auto propone una continua evoluzione tecnica e tecnologica, quello dei giocattoli e del modellismo non è da meno e cerca di replicare la realtà in modo sempre più fedele.
Basta guardare i celeberrimi mattoncini LEGO, le cui scatole di montaggio sono passate dal proporre veicoli semplici e fondamentalmente di fantasia ad offrire repliche sempre più accurate di vetture reali.

In modo particolare la serie Technic, introdotta nell’82, che offre la possibilità di ottenere anche sistemi meccanici funzionanti e che si è evoluta nel tempo fino a permettere di riprodurre in scala ridotta intere vetture con soluzioni tecniche d’avanguardia.

Ma quali sono le auto “giocattolo” più complicate fino ad ora prodotte?

Porsche 911 GT3 RS

Nel 2017, LEGO ha realizzato il più grande modello della Serie Technic prodotto fino ad allora scegliendo come soggetto la Porsche 911 GT3 RS generazione 991, nella realtà dotata di un motore boxer aspirato da 4 litri e 520 CV.
Il “giocattolo”, composto da ben 2.704 pezzi, non solo  riprende in maniera dettagliata gli stilemi della carrozzeria e il telaio arancione, ma ne propone una meccanica fedelissima: all’interno del cofano posteriore apribile trova posto il motore boxer a 6 cilindri contrapposti e pistoni mobili, il cambio a doppia frizione con tanto di paddles al volante e addirittura il sistema di sterzo integrale.
Nell’abitacolo, non più in produzione ma ancora reperibile, c’è persino il vano portaoggetti che contiene il numero di serie univoco.
Il modello, in scala approssimativa di 1:10 è lungo 57 cm, largo 25 cm, alto 17 cm: non è più in produzione ma ancora reperibile.

Land Rover Defender

 

Il modellino del nuovissimo fuoristrada, in versione a passo corto (90), è composto da 2.573 pezzi. Realizzato da LEGO in collaborazione con Land Rover, è equipaggiato con il più sofisticato cambio LEGO Technic mai realizzato, composto da due leve per i rapporti alti e bassi e del selettore per le marce.
A questo si aggiungono il motore a 6 cilindri in linea con pistoni mobili, la trazione integrale permanente con 3 differenziali, le sospensioni indipendenti su entrambi gli assi e un verricello funzionante. La carrozzeria color verde oliva include la ruota di scorta sul portellone posteriore, la borsa laterale, il portapacchi rimovibile e la scala esterna.
Il modellino è lungo 42 cm, largo 20 cm e alto 22 cm.

Porsche 911 RSR

Il modellino riproduce in maniera dettagliata con 1.580 pezzi la variante da corsa del modello 911.
Tra le principali caratteristiche troviamo l’ala posteriore con supporti “a collo di cigno”, il grande diffusore posteriore e gli specchietti laterali appositamente progettati. Funzionanti anche il motore boxer a 6 cilindri con pistoni mobili, lo sterzo e le sospensioni.
All’interno dell’abitacolo trovano posto tantissimi dettagli realistici come lo schermo radar, l’estintore e la mappa del circuito di Laguna Seca sulla portiera del guidatore.
Il modellino Porsche 911 RSR è lungo 50 cm, largo 20 cm e alto 13 cm.

Bugatti Chiron

Sviluppato in collaborazione con Bugatti Automobiles, il modellino riproduce fedelmente la supersportiva francese da 1.500 CV prodotta dal 2016. Sotto il cofano posteriore trova posto il dettagliato motore W16 con pistoni mobili mentre in quello anteriore si può trovare il numero di serie univoco e un compartimento con la ventiquattrore firmata Bugatti. Il modellino, in scala 1:8 e composto da ben 3.599 pezzi, propone una carrozzeria a doppia tonalità di blu, cerchi a razze con logo, pneumatici a basso profilo e un cambio a 8 rapporti con palette al volante. Al posteriore è presente, inoltre, l’ala attiva a cui può essere cambiata l’inclinazione con un’apposita chiave. Il modellino è lungo 56 cm, largo 32 cm e alto 14 cm e viene venduto sul sito LEGO a 399,99 euro.

Lamborghini Sián FFP 37

Una delle ultime novità di LEGO Technic è la prima ibrida di Sant’Agata bolognese: la Lamborghini Sián FKP 37.
Occorre assemblare ben 3.696 pezzi per riprodurre fedelmente questa vettura in scala 1:8 che è equipaggiata con una trasmissione a 8 rapporti, attivata tramite cambio con palette al volante, motore V12 con pistoni mobili e trazione integrale.
Il modello può contare inoltre su portiere a forbice che si aprono in modo tale da rivelare la riproduzione perfetta dell’abitacolo, cofano anteriore e posteriore apribili, livrea verde e cerchi dorati che lasciano intravedere i freni a disco dettagliati.
Il modellino è lungo 60 cm, largo 25 cm e alto 13 cm.

Quando spostarle a mano non basta più

 Per i più appassionati che non si accontentano di un’auto con meccanismi riprodotti ma non ”semovente”, LEGO ha proposto anche scatole con motore alcune funzioni automatizzate, come l’auto da rally Top Gear.
Ma se ancora non bastasse, ecco che alcune aziende si sono inventate dei kit che permettono di convertire anche i modellini più complessi per farli muovere attraverso l’utilizzo di una connessione remota via Smartphone.
BuWizz 2.0 ad esempio permette di dare vita al modellino Land Rover Defender con un set che include il servomotore per lo sterzo, 2 motori per la trazione, il dispositivo per la connessione e il libretto delle istruzioni.

E tu, hai trovato l’auto dei tuoi sogni?