News

Le cose belle sono contagiose

Orgoglio senza pregiudizio: la scelta della second hand.

Non sono passati neanche 10 anni ma abbiamo fatto passi da gigante.
Nel 2015 eravamo in poco più di 10 milioni e ora siamo più del doppio a crederci.

24 MILIONI di  persone diverse, di ogni età e genere, di ogni città ed estrazione vedono nella second hand un’economia diversa, in cui essere protagonisti, in cui gli oggetti valgono. Un modo per rendere più leggera la loro impronta ambientale, per dare e ricevere valore e per guadagnare in modo smart.
Sì, perché la second hand non è solo vendere e comprare, è un modo di crescere, di scegliere, di abitare, di muoversi. E di creare valore.

Perché l’usato ha un valore enorme, non solo morale.
La compravendita di beni di seconda mano nel 2022 ha prodotto un valore di 25 miliardi di €, pari all’ 1,3% del PIL. Un numero che aumenta di anno in anno e che permette di creare ricchezza buona, che viene rimessa in circolo e produce valore nel territorio in cui è stata creata.
E le cose belle si trasmettono, passano da una persona all’altra, si raccontano, diventano contagiose.
È per questo che gli utenti della second hand aumentano ogni anno (+5% nel 2022). E anche perché ci credono.

La second hand non è più una seconda scelta: il 67% di chi acquista inizia a cercare proprio dalla second hand. Perché?
Perché vuole dare valore alle cose e scegliere in prima persona gli oggetti di cui circondarsi. 
Perché vuole essere libero di cercare e di conoscere la storia degli oggetti che desidera.
Perché vuole creare un nuovo spazio, fare posto alle cose belle e dare una nuova occasione agli oggetti del suo passato.
Perché è un peccato dover produrre nuove cose quando ciò che si cerca esiste già.
E perché è l’ambiente che ce lo chiede.

E i giovani lo hanno già capito bene: nel 2022, 3 giovani su 4 hanno fatto Second Hand per salvaguardare il proprio futuro, per trovare le cose che amano e – perché no? – per fare qualche soldo in più. Chi vende, in media, ha guadagnato quasi 1000€ nel 2022.
La second hand si fa sempre di più, sempre più spesso e soprattutto con orgoglio.
Grazie di essere parte di questo grande movimento, grazie di aver scelto Subito.

 

*Fonte: Osservatorio Second Hand Economy 2022 condotto da BVA Doxa per Subito.

Articoli Correlati