Cose

Tutti passano da Sanremo

Ma si fermano su Subito.

Sanremo è alle porte, manca veramente poco, meno di una settimana.
Ma mentre il Festival a Sanremo arriva una volta all’anno, su Subito puoi viverlo 365 giorni su 365, h24. E ce n’è per tutti i gusti.

 

I miti
Sulle nostre pagine, Nilla Pizzi dice ancora ai suoi ammiratori Grazie dei fior. E ci crediamo che voglia ringraziarli: Adionilla, detta Nilla, nel 1952 arriva prima, seconda e terza a Sanremo. Non per nulla viene chiamata la regina della canzone italiana.
A ogni regina il suo re, anzi Reuccio. L’indimenticato Claudio Villa vanta più di 200 presenze su Subito con vinili, spartiti e foto originali. E soprattutto vanta il record di vittorie a Sanremo, 4 come Domenico Modugno il nostro Mister Volare.

 

Gli immancabili
C’è chi di Sanremo non può farne a meno. I più prezzemolini?  Abbiamo un inquietante ex aequo.

  • Al Bano che prima senza Romina, poi con Romina e di nuovo senza Romina ha calcato l’Ariston ben 15 volte, vincendo anche nel 1984 con Ci sarà. Certo che la reunion con la Power ci farebbe scoppiare di Felicità!
  • 15 canzoni anche per Peppino di Capri che ha vinto ben due volte. Ma per noi Peppino sarà sempre … Champaaaaaaagne per brindare a un incontro.
  •  L’Italiano di Toto Cotugno diventa l’inno di generazioni che lo porta a vincere 100 milioni di copie in tutto il mondo. Ma il Salvatore nazionale ha partecipato altre 14 volte al Festival di Sanremo, prima con gli Albatros e poi da solista. Ma ora … “Lasciatemi cantare, con la chitarra in mano …”.
  • Last but not least nel Club dei 15, Milva la rossa che può rossa non si può. La Pantera di Goro detiene però anche un altro record: le 9 partecipazioni consecutive dal 1961 al 1969.

Le stelle
Ma il Festival ha anche lanciato alcuni dei cantanti più famosi del panorama italiano. Che hanno poi continuato la loro carriera anche su Subito. Qualche esempio?
 
Sanremo è stata sicuramente la Terra Promessa di Eros Ramazzotti che dal lontano 1984 in poi ha inanellato successi e collaborazioni stellari tra gli altri con Tina TurnerAnastacia, Ricky Martin, Joe Cocker e Luciano Pavarotti.

E cosa dire di Laura Pausini, che dopo l’esordio nel 1993 nella sezione Novità,  non ha più sofferto di Solitudine in compagnia degli oltre 70 milioni di dischi venduti in tutto il mondo?

Senza dimenticare Elisa, Andrea Bocelli e Arisa, il caso più eclatante è sicuramente il biondino di Zocca che nel 1982 diede vita a una chiacchieratissima interpretazione di Vado al massimo, diventato poi uno degli inni del grande Blasco.

 

Le meteore
Ma non a tutti è andata così. Qualcuno negli anni è finito nel dimenticatoio per tutti, ma non per Subito!
 
Tiziana Rivale, la coppia Lola Ponce e Giò di Tonno, Donatella Milani, i Neri per Caso, Alessandro Canino e la sua Brutta, il Trottolino amoroso della coppia MiettaMinghi,  Fra Giuseppe Cionfoli, in 45 o 33 giri, compilation e musicassette continuano a vivere nelle nostre categorie.

E comunque noi non ci siamo  dimenticati nemmeno dei Jalisse … Il resto sono solo Fiumi di parole.