Una persona guarda un vinile in un negozio di dischi

Cose

Un vinile da record

Il formato vintage conquista tutti

Il 22 aprile si celebra in tutto il mondo il Record Store Day, festa dei negozi di dischi indipendenti.  Un mondo che va dallo streaming digitale al prepotente ritorno al vinile che gode di grande popolarità fra i giovanissimi e tra tutti i collezionisti che apprezzano l’inimitabile qualità del suono degli LP.

La second hand è un vero e proprio bacino inesauribile di opportunità per trovare il pezzo raro o la discografia completa del gruppo preferito: nella categoria Musica e Film su Subito si contano oltre 26.000 annunci di Vinili tra i quali trovare dei veri tesori del passato e attraverso i quali conoscere chi condivide lo stesso amore per 33 o 45 giri, alla costante ricerca di quel disco che manca al proprio bottino.

I grandi classici del collezionismo internazionale

Chi non vorrebbe possedere un disco dei Beatles? Sono oltre 1.100 gli annunci di vinili dei Fab Four tra cui il Vinile Bianco, Yellow Submarine (o Vinile Rosso), Abbey Road (Vinile Blu) e numerosi bootleg

Spaziando nell’olimpo della musica troviamo i Pink Floyd con, tra gli altri, l’LP The Wall o Ummagumma. E ancora Led Zeppelin, Dire Straits e gli eterni Rolling stones con Let it Bleed, tra i più cercati. Non mancano i Queen e Prince con le colonne sonore del primo Batman e Purple Rain, o il primo vinile dei Ramones.

I tesori in vinile del cantautorato italiano

Anche la musica italiana è senza tempo. Su Subito ci sono oltre 900 dischi di Battisti, tra i quali Pensieri e Parole o Il Mio Canto Libero, Mina e Lucio Dalla con LP iconici come il doppio live Dallamericaruso.

Ma anche Claudio Baglioni, con il disco della canzone d’amore per eccellenza, Questo Piccolo Grande Amore nella sua prima stampa, o il re degli stadi, Vasco Rossi, con Vado al Massimo del 1982. E le perle di Fabrizio De André con rarità quali il disco doppio Nuvole Barocche e Storie di un Impiegato. Nel paradiso degli introvabili anche il rap italiano, come Fabri Fibra e Articolo 31.

L’ascolto: dettagli che fanno la differenza

Per godere appieno del suono unico dei vinili, è fondamentale avere gli accessori giusti. In primis il giradischi che può essere di design, tecnologico per un ascolto professionale oppure vintage. Un esempio su tutti? Il mitico mangiadischi portatile anni 70 Penny, capace di far impazzire persino i collezionisti più incontentabili.

Foto di Jamakassi su Unsplash

Articoli Correlati