È Natale per la piccola peste

I primi passi e i primi desideri del tuo bimbo.

Cari mamma e papà,

voi pensate che i bambini aspettano Babbo Natale da quando imparano a parlare, o a scrivere la letterina da soli.

In realtà noi Babbo Natale lo conosciamo già da molto prima di imparare a parlare, è lui che ci manda da voi!

Quindi ho deciso di indirizzare a voi la mia letterina di Natale.

 

Da quando ho iniziato a guardare il mondo, fuori dalla pancia di mamma, tutto mi è sembrato bellissimo. Ho imparato a riconoscere i vostri volti, ne ho visti anche tanti altri e ho capito che non siamo tutti uguali, non abbiamo tutti la stessa storia. Il primo regalo che vi chiedo è di aiutarmi a conoscere la mia storia e anche quella degli altri; zaino  in spalla ed esploriamo il mondo. Insieme. 

 

Lo so che sono ancora piccolino, e che non posso proprio far tutto, ma mamma dice sempre che l’immaginazione non ha limiti. Allora ho pensato che potreste aiutarmi a costruire una tenda nella mia stanza. Un giorno potremmo immaginare di svegliarci al Polo Nord e bere una tazza di latte con un pinguino ed il giorno dopo potremmo andare nella Savana, a cercare il re leone. Poi potremmo spegnere tutte le luci e immaginare di trovarci sotto un cielo stellato.

 

Mi piace tanto guardare mamma che canta e balla mentre mi prepara la pappa. 

Mi diverto ad ascoltare la musica e forse da grande voglio fare il batterista! Intanto inizio ad allenarmi con i giochi, che ne dite?

 

Ma soprattutto, cari mamma e papà, non dimenticate mai di tenermi la mano, che riunioni e bollette sono difficili da affrontare…ma neanche i primi passi scherzano!

 

Buon Natale dal vostro piccolino.

 

Anche il resto della famiglia è molto importante. Su Subito ci sono tante cose per far felici tutti: fratelli, nonni, zii, amici… nessuno escluso!